Messa S.Brigida

ORDINE DELLE SUORE DEL SS.MO SALVATOREDETTO DI SANTA BRIGIDA 
PROPRIO DELLA MESSA DELLA FESTA LITURGICA DI SANTA BRIGIDA DI SVEZIA RELIGIOSA E PATRONA D'EUROPA 
23 Luglio 

Santa Brigida, religiosa e patrona d'Europa 
Festa

Dal comune dei santi e delle Sante (per i Religiosi o per le Sante)

Antifona d'ingresso
Rallegriamoci lutti nel Signore, celebrando questo giorno di festa in
onore dì Santa Brigida; della sua gloria si allietano gli angeli e lodano
insieme il Figlio di Dio.

COLLETTA
O Dio,che hai guidato per mano Santa Brigida
nei diversi cammini della sua vita
e nella contemplazione della Passione del tuo Figlio
le hai manifestato la sapienza della Croce,
concedi a noi di cercarti in ogni cosa
nel proprio stato di vita.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio che è Dio,
e vive e regna con te nell'unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

SULLE OFFERTE
Padre misericordioso,
che in Santa Brigida hai impresso l'immagine dell'uomo nuovo,
creato nella giustizia e nella santità
dopo aver mortificato in essa l'uomo vecchio,
concedi anche a noi
di rinnovarci nello spirito
per offrirti questo sacrificio accettabile di propiziazione.
Per Cristo nostro Signore.

Antifona alla comunione
Ami la giustizia e l'empietà detesti:
Dio, il tuo Dio, ti ha consacrato
con olio di letizia, a preferenza dei tuoi eguali. (Sal 44,8)

DOPO LA COMUNIONE 
Dio onnipotente,
che ci proteggi con la forza di questo sacramento,
fa che, sull'esempio di Santa Brigida,
impariamo a cercare te sopra ogni cosa,
per portare in noi, dinanzi a tutti, l'impronta dell'uomo nuovo.
Per Cristo nostro Signore

PRIMA LETTURA
 
Giuditta temeva molto Dio
Dal libro di Giuditta                       8, 2-8
Giuditta aveva avuto per marito Manasse, della stessa tribù e famiglia di lei; egli era morto al tempo della mietitura dell'orzo. Mentre stava sorvegliando quelli che legavano Ì covoni nella campagna, il suo capo fu colpito da insolazione. Dovette mettersi a letto e morì in Betulia, sua città, e lo sep­pellirono con i suoi padri.
Giuditta era rimasta nella sua casa in stato di vedovanza ed erano passati già tre anni e quattro mesi. SÌ era fatta prepa­rare una tenda sul terrazzo della sua casa, si era cinta i fian­chi di sacco e portava le vesti delle vedove. Da quando era vedova digiunava tutti i giorni, eccetto le vigilie dei sabati e i sabati, le vigilie dei noviluni e Ì noviluni, le feste e i giorni di gioia per Israele.
Era bella d'aspetto e molto avvenente nella persona; inoltre suo marito Manasse le aveva lasciato oro e argento, schiavi e schiave, armenti e terreni ed essa era rimasta padrona di tutto. Né alcuno poteva dire una parola maligna a suo ri­guardo, perché temeva molto Dio.
Parola di Dio.
Oppure:
Buona cosa è la preghiera unita al digiuno e all'elemosina

Dal libro di Tobia                        12, 6-13
In quei giorni, prima di congedarsi, l'angelo disse in segreto a Tobia e alla sua famiglia: « Benedite il Dio del cielo e lo­datelo davanti a tutti i viventi, perché egli ha usato con voi la sua misericordia.E’ bene tenere nascosto il segreto del re, ma è degno dì lode rivelare e proclamare le opere dì Dio. Buona cosa è la pre­ghiera unita al digiuno, e assai meglio è fare l'elemosina che accumulare tesori; l'elemosina infatti libera dalla morte, pu­rifica dai peccati e fa trovare la misericordia e la vita eterna. Quelli che commettono il peccato e l'iniquità sono nemici della loro stessa vita. Ora dunque vi manifesto la verità e non vi terrò più nascosto questo mistero. Quando tu pregavi piangendo e seppellivi i morti nella tua casa per seppellirli di notte, io presentai le tue preghiere al Signore.
E proprio perché tu eri gradito a Dio, fu necessario che la tentazione ti mettesse alla prova ».
Parola di Dio.

SALMO   RESPONSORIALE           dal Salmo 90
Dio ha incaricato i suoi angeli dì proteggerti in tutte le tue vie.
Tu che abiti al riparo dell'Altissimo
e dimori all'ombra dell'Onnipotente,
di' al Signore: « Mio rifugio e mia fortezza,
mio Dio, in cui confido ». R.

Non ti potrà colpire la sventura, nessun colpo cadrà sulla tua tenda.
Egli darà ordine ai suoi angeli di custodirti in tutti i tuoi passi. R.

Sulle loro mani ti porteranno perché non inciampi nella pietra il tuo piede.
Camminerai su aspidi e vipere, schiaccerai leoni e draghi. R.

Lo salverò, perché a me si è affidato;
lo esalterò, perché ha conosciuto il mio nome.
Mi invocherà e gli darò risposta;
presso di lui sarò nella sventura,
Io salverò e lo renderò glorioso. R.

SECONDA LETTURA
La donna veramente vedova ha riposto la speranza in Dio
Dalla prima lettera di san Paolo apostolo a Timoteo    5, 3-10
Carissimo, onora le vedove, quelle che sono veramente tali; ma se una vedova ha figli o nipoti, questi imparino prima a praticare la pietà verso quelli della propria famiglia e a rende­re il contraccambio ai loro genitori, poiché è gradito a Dio. La donna veramente vedova e che sia rimasta sola, ha ripo­sto la speranza in Dio e si consacra all'orazione e alla preghie­ra giorno e notte; al contrario quella che si da ai piaceri, anche se vive, è già morta. Proprio questo raccomanda, perché sia­no irreprensibili.
Se poi qualcuno non si prende cura dei suoi cari, soprattutto di quelli della sua famiglia, costui ha rinnegato la fede ed è peggiore di un infedele.
Una vedova sia iscritta nel catalogo delle vedove quando abbia non meno di sessant'anni, sia andata sposa una sola volta, abbia la testimonianza di opere buone: abbia cioè alle­vato figli, praticato l'ospitalità, lavato i piedi ai santi, sia venu­ta in soccorso agli afflitti, abbia esercitato ogni opera di bene.
Parola di Dio.

Oppure:
La fede, se non ha le opere, è morta

Dalla lettera di san Giacomo apostolo
Che giova, fratelli miei, se uno dice di avere la fede ma non ha le opere? Forse che quella fede può salvarlo? Se un fra­tello o una sorella sono senza vestiti o sprovvisti del cibo quotidiano e uno di voi dice loro: « Andatevene in pace, ri­scaldatevi e saziatevi », ma non date loro il necessario per il corpo, che giova? Così anche la fede: se non ha le opere, èmorta in se stessa.Parola di Dio.

CANTO AL VANGELO             cf. Sal 39,5R.
Alleluia, alleluia.
V.. Te beata, o Brigida,
che hai posto nel Signore la tua speranza
e non ti sei lasciata sedurre
dalle vanità del mondo.
Alleluia.

VANGELO
Serviva Dio notte e giorno
+ Dal vangelo secondo Luca             2, 36-38
In quel tempo, c'era una profetessa, Anna, figlia di Fanuèle, della tribù di Aser. Era molto avanzata in età, aveva vissuto col marito sette anni dal tempo in cui era ragazza, era poi ri­masta vedova e ora aveva ottantaquattro anni. Non si allon­tanava mai dal tempio, servendo Dio notte e giorno con di­giuni e preghiere. Sopraggiunta in quel momento, si mise anche lei a lodare Dio e parlava del bambino a quanti aspet­tavano la redenzione di Gerusalemme.
Parola del Signore.

Oppure:

CANTO AL VANGELO                  Mt 5,16
R. Alleluia, alleluia.
V. Risplenda la vostra luce davanti agli uomini, perché vedano le vostre opere buone e rendano gloria al Padre vostro che è nei cieli.
R. Alleluia.

 
 
VANGELO
+ Dal vangelo secondo Matteo                   5, 13-16
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: « Voi siete il sale della terra; ma se il sale perdesse il sapore, con che cosa lo sì potrà render salato? A null'altro serve che ad essere gettato via e calpestato dagli uomini.
Voi siete la luce del mondo; non può restare nascosta una città collocata sopra un monte, né si accende una lucerna per metterla sotto il moggio, ma sopra il lucerniere perché faccia luce a tutti quelli che sono nella casa.
Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, perché ve­dano le vostre opere buone e rendano gloria al vostro Padre che è nei cieli ».
Parola del Signore.